Profugo amante della madre stupra figlia 12 enne, donna lo copre



Condividi!

La madre ha una relazione con un profugo afghano e lo ospita in casa. Lui, Abdul, stupra sua figlia di 12 anni: lei non lo denuncia. perché temeva lo espellessero in Afghanistan.

VERIFICA LA NOTIZIA

Abdul Dostmohammadi, 19 anni, si era trasferito in casa della donna, 45 anni, quando è uscito dal programma per presunti “minori non accompagnati” nella città svedese di Sölvesborg.

Quando il femminismo radicale incontra l’islam. La Svezia è una società talmente ‘avanti’, talmente ‘progredita’, da essere post-decadente. Dobbiamo fare di tutto per non arrivare così lontani nel progresso.

Siamo alle madri che danno i loro figli ‘in pasto’ ai profughi. Come i fanatici che sacrificavano pargoli agli idoli. L’immigrazionismo è una religione, delle peggiori: è una idolatria. Quando vedete Bergoglio inginocchiato sbaciucchiare i piedi degli immigrati, non è normale, è perversione. E’ il Cristianesimo che degrada in masochismo. Il masochismo etnico è, probabilmente, la malattia senile del Cristianesimo.

Lascia un commento