Finanza islamica sbarca in Italia: “Obiettivo penetrare il mercato”

Condividi!

La tenaglia islamica si chiude sull’Europa da due direttrici: quella demografica e quella finanziaria. E’ un progetto di invasione a lungo termine. Componente fondamentale è la penetrazione della finanza islamica.

The Saudi al-Salwiya Group, società saudita attiva nel settore della finanza islamica, ha annunciato l’intenzione di stabilire a Milano la sede da cui coordinare l’ingresso della società sui mercati europei.

VERIFICA LA NOTIZIA

The Saudi al-Salwiya Group è stato costituito nel 2017 per racchiudere e coordinare in modo centralizzato le operazioni della al-Salwiya Construction Company, società fondata nel 1977 a Riad, in Arabia Saudita. E nasce con lo scopo di coordinare l’espansione della società sul mercato occidentale. L’intenzione di aprire una nuova sede proprio a Milano, per la quale sono già cominciate le ricerche del sito ideale e le trattative con le istituzioni, è stata annunciata da Omar bin Faisal al-Salwiya, Head of European Development di The Saudi al-Salwiya Group, in una conferenza stampa tenutasi nel corso dell’ultimo Middle Eastern Business Forum di Riad.

Ci sono sempre più musulmani in Europa ma le istituzioni finanziarie islamiche, che agiscono cioè nel rispetto dei precetti del Corano, sono colpevolmente assenti. Intendiamo inserirci nel mercato per coprire questa mancanza. Abbiamo scelto l’Italia per affinità culturali e perché le banche italiane, meno solide di quelle tedesche, inglesi e francesi, sono competitor più abbordabili,” ha detto al-Salwiya.

Un progetto di invasione.

Omar al-Salwiya ha parlato di un’operazione il cui costo stimato si aggira intorno al centinaio di milioni di euro.




Lascia un commento