Bergoglio chiede leggi contro la libertà di espressione

Condividi!

Anche Bergoglio scopre le fake news. Il suo richiamo arriva con il Messaggio per la Giornata Mondiale delle Comunicazioni sociali.

Le false notizie sono una manipolazione per influenzare una scelta politica, spiega Bergoglio, ed è bene che ci siano iniziative della società e nuove normative contro di esse. Il papa sottolinea che il dramma della disinformazione, con lo screditamento dell’altro, rischia solo di far dilagare l’odio e l’arroganza. Da qui il richiamo a discernere attentamente e non ‘abboccare’, e ai giornalisti la raccomandazione ad agire con responsabilità, essendo loro i ‘custodi delle notizie’.
“La difficoltà a svelare e a sradicare le fake news è dovuta anche al fatto che le persone interagiscono spesso all’interno di ambienti digitali omogenei e impermeabili a prospettive e opinioni divergenti”, ha aggiunto Bergoglio.

VERIFICA LA NOTIZIA

Sono fantastici. Per decenni hanno spacciato false notizie dai media di distrazione di massa, ora che è sfuggito il monopolio dell’informazione, sono gli altri a diffondere ‘fake news’: giochino patetico.

Avviso: in democrazia non esistono ‘custodi delle notizie’. Esistono solo le notizie, che si danno, anche se non piacciano ai Bergoglio.




Lascia un commento