Bergoglio bestemmia: “Madonna madre meticcia”

Condividi!

Una “madre meticcia”, perché in lei “trovano posto tutte le razze”. E’ l’ultimo delirio di Bergoglio. Così ha descritto sabato la Vergine Maria, nella Plaza de Armas di Trujillo, in Perù, nel corso di una tradizionale veglia mariana durante la quale la statua della virgen de la Puerta de Otuzco, conosciuta come la ‘Mamita de Otuzco’, viene incoronata madre della Misericordia e della speranza.

VERIFICA LA NOTIZIA

Beh no, possiamo comprendere il tentativo di non perdere per strada il Cristianesimo indios, che non è quello europeo ed è, di fatto, un sincretismo tra Cristianesimo e religioni pre-colombiane, ma la Madonna è ‘carne’, e non era meticcia. Anzi: tutto il Cristianesimo, a differenza delle altre religioni, è ‘carne’: si fonda sull’incarnazione. E non è quindi possibile inventarsi una ‘Madonna meticcia’ o un ‘Cristo meticcio’, perché è eresia pura. E’ negazione di ciò su cui si basa l’intera rivelazione cristiana: che non è parola, ma carne. E con carne l’identità fisica che completa quella spirituale.

Quindi quando Bergoglio parla di ‘Madonna meticcia’ bestemmia.

A tenere banco in questi giorni anche la sceneggiata del presunto “matrimonio in volo” tra una hostess e uno steward, che sarebbe stato celebrato senza nessun preavviso da Francesco a bordo del volo papale. O almeno questo è ciò che la propaganda vaticana vorrebbe farci credere. I due erano infatti stati intervistati dal quotidiano cileno El Mercurio un mese fa. Carlos e Paula dicevano di essersi sposati civilmente otto anni fa, di avere due figlie di 3 e 6 anni e annunciavano già che sarebbero stati sposati in volo nientemeno che da dal Papa in persona. “È il nostro posto, è la nostra seconda casa, è dove ci sentiamo al sicuro”.

Bergoglio: in volo sposa hostess e steward

Nulla di improvvisato quindi, al contrario di ciò che ci è stato raccontato, ma una mossa di marketing ben studiata e preparata con largo anticipo. Tra l’altro, nemmeno un pontefice può passare sopra alle regole che valgono pre tutti in caso di matrimonio. Ci vogliono infatti gli atti di battesimo, oltre alla sicurezza che nessuno dei due contraenti abbia già un legame. Quindi, anche il Papa doveva essere certo di questi elementi, prima di farlo… Ma pur di avvalorare l’immagine di un Bergoglio alla mano, un Papa del popolo, quasi “populista”, e inscenare quella che ormai tutti considerano una telenovela, tutto fa brodo.




Lascia un commento