M5S cambia idea, a Torino grillini votano a favore Ius Soli cittadino



Condividi!

Chi nascerà a Torino riceverà dal Comune la cittadinanza civica. A deciderlo l’approvazione di una mozione presentata da Eleonora Artesio che impegna il sindaco Chiara Appendino a conferire la cittadinanza civica agli immigrati nati sul territorio urbano, grazie alla modalità della civil card.

Unico voto contrario quello della Lega Nord: “A Torino la maggioranza di Appendino sta dalla stessa parte del pd – ha commentato il consigliere comunale del Carroccio Fabrizio Ricca – ma a livello nazionale non prende posizione e fa finta di niente. Le cose sono due: o su certi temi tra i Cinque Stelle la confusione regna sovrana oppore i consiglieri torinesi hanno idee diverse dai colleghi in Parlamento”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Nel capoluogo piemontese, l’istituzione della “cittadinanza civica” per i nati nel nostro paese da genitori immigrati, che solo a Torino sono circa 21mila, nasce tre anni e mezzo fa, su proposta dell’allora consigliere comunale del Pd Silvio Viale, quando il sindaco Piero Fassino (foro) la conferì simbolicamente a 800 bambini.

Si tratta infatti di un documento di precittadinanza facilitandogli magari le procedure di presentare la domanda per diventare cittadino italiano nel caso in cui andasse a buon (mal) fine la legge sullo Ius Soli.

Il M5S di Torino – e in parte quello di Roma – sono escrescenze del PD. Non c’è una idiozia approvata da Fassino che loro non abbiano portato avanti. Ora rimane da capire quanti di questi piddini camuffati hanno nelle liste di candidati. Temiamo troppi. E non bastano più le rassicurazioni di Di Maio.

Lascia un commento