Tassista abusivo albanese violentava le clienti a Milano

Condividi!

Se liberalizzassimo le licenze, avremmo migliaia di questi casi, come a NY e Londra. È stato arrestato un albanese di trent’anni ritenuto il responsabile di violenze su due giovani donne.

L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata eseguita dalla polizia, che ha fatto scattare le manette per un tassista abusivo che operava per le strade di Milano.

L’immigrato adescava le sue vittime davanti alla nota discoteca Old Fashion e poi, “approfittando della stanchezza e dell’uso di alcool” le violentava sulla sua vettura, parcheggiata in strade deserte nelle prime ore del mattino.

VERIFICA LA NOTIZIA

Sono maggiorenni le due ragazze violentate dall’uomo, l’11 novembre dello scorso anno e il 24 luglio dell’anno precedente, e una di loro è straniera. Il 30enne è stato preso giovedì, dopo che un dettaglio era emerso dai racconti delle due vittime: un cuore rosso appeso in macchina che ha permesso di identificarlo.

Il giovane albanese ha alle spalle alcuni precedenti non specifici, ma conduceva una seconda vita normale, gestendo la pizzeria della famiglia. È stato incastrato grazie a un riconoscimento fotografico e all’esame del Dna lasciato sul corpo delle due vittime.

Sono i ‘nuovi imprenditori’.




Lascia un commento