Migrante rapina donna italiana, passanti lo riempiono di botte: “Grazie a tutti”

Condividi!

A Napoli, la donna affida in una lettera al giornale locale la propria gioia perché ha trovato la solidarietà etnica dei propri concittadini:

Carissimi lettori, sono Titty napoletana di 42 anni che ahimè ancora una volta sono stata vittima di violenza in questa città che io amo ma purtroppo pericolosa. Ore 19.05, piazza Garibaldi, orario che percorro sul marciapiede lato Terminus, dove da qualche anno è diventato per me un marciapiede “fidato” per negozi, bar ristoranti, frequentati da turisti e napoletani dove a quell’ora è sempre affollato da pendolari della linea 1 e da migliiaia di turisti che scelgono i vari ristoranti nella zona…ma la sera del 19/01/20118..mentre percorro tranquilla quel marciapiede a me conosciuto, sono stata aggredita alle spalle da un extracomunitario dandomi un pugno sul collo appropriandosi del mio cellulare per poi dileguarsi nei vicoletti limitrofi. Dalla rabbia lo inseguo, urlo, lo maledico, chiedo aiuto..e proprio in quei vicoli, dove da ragazzina mi hanno insegnato di non entrare se non in compagnia, ritrovo la mia Napoli, ragazzi, donne, uomini che lo bloccano, lo picchiano, fino all’arrivo della polizia municipale che lo arresta. Cosa dire…. UN SINCERO GRAZIE a tutti, il mio telefono è rotto, mi fa rabbia, ma chi se ne frega…… ho avuto giustizia in primis da quella gente che mi ha aiutato offrendomi dalla camomilla, al caffè e persino sigaretta, ringrazio l’ospedale san Giovanni Bosco che mi ha medicato, con prognosi di 7 giorni, per il trauma subito ma non per ultimo.

VERIFICA LA NOTIZIA

GRAZIE ancora agli agenti della polizia municipale che sono stati dei grandi a bloccarlo e GRAZIE ancora agli agenti che in caserma mi hanno dato tutto il loro sostegno professionale e umano. Dalla polizia poi ho saputo che questo figuro aveva già un permesso di firma con i carabinieri e molto probabilmente dopo questo ennesimo furto lo avrà anche con la polizia! Ma perdonatemi…da ignorante in materia mi chiedo, che ci faceva ancora nella mia città?..…ed ora soprattutto cosa accadrà?..…quali sono leggi italiane che tutelano me cittadina a percorrere di nuovo quella strada. Ma soprattutto… tra un po’ lo ritroverò di nuovo lì!!! ???? Cari miei politici, dx , sx, centro…per i cittadini che come me pagano le tasse e credetemi sopravviviamo…. mi dite cosa state aspettando a fare leggi più dure?….Io domani ripercorrerò di nuovo quella strade… lo farò anche a testa alta..questa è la MIA CITTA’ e non permetterò a nessuno di togliermi la mia libertà. Ma cari signori politici tra poco ci sono le elezioni..siamo stanchi di promesse ..vogliamo i fatti…non fateci arrivare a farci giustizia da soli….p.s. non è un minaccia ma ormai un dato di fatto!




Lascia un commento