Profugo senza biglietto spinge controllore verso i binari

Condividi!

L’africano, probabilmente uno dei tanti profughi che vanno e vengono a Cassino giornalmente, ha spintonato il controllore facendolo cadere a terra sulla banchina del binario 5.

La scena si è svolta dinanzi a tutti i passeggeri della carrozza ma è stata vista anche da quelli che si trovavano su un treno in sosta sul binario 3. Uno di questi ha immediatamente allertato la polizia, giunta poi sul posto per le indagini del caso; mentre al povero controllore non è rimasto altro da fare che rialzarsi e raccogliere il suo berretto da terra sotto gli occhi ancora minacciosi dell’africano.

VERIFICA LA NOTIZIA

Inutile evidenziare le urla di disapprovazione dei cittadini ed i commenti nei confronti di un fenomeno che si verifica troppo spesso e turba l’opinione pubblica ed i viaggiatori coinvolti.

“Tornate a casa vostra”, “Basta”, “Siamo stufi”, “Arrestateli tutti”: tanto è bastato perché dall’altro lato della banchina, al binario 3, si scatenasse l’ira dei passeggeri italiani.

Non è certamente questo, infatti, il primo episodio di profughi che viaggiano su treni, autobus ed altri mezzi pubblici senza pagare il biglietto.

L’anno scorso anno analogo episodio si verificò proprio nella stazione di Cassino, quando un nigeriano senza biglietto prese a testate il controllore dicendogli a brutto muso “io non pago”; il controllore riportò ferite guaribili in 15 giorni.




Lascia un commento