«Sporco italiano», si ribella e i profughi lo massacrano

Condividi!

Gli hanno offerto di comprare droga, lui ha rifiutato, l’hanno insultato e poi pestato. Vittima un professionista 45enne di Padova. Quando gli hanno urlato «sporco italiano di merda», l’uomo, preso di mira dai pusher, non ci ha più visto e si è ribellato: «A me, italiano di merda non me lo dici» e si è avvicinato con fare minaccioso ai due stranieri, noti spacciatori della zona della stazione, che già in passato sono stati arrestati per rissa, l’hanno riempito di botte.

VERIFICA LA NOTIZIA

È successo mercoledì in pieno giorno, poco prima di mezzogiorno. A raccontare quanto avvenuto è il padre della vittima, che lavora col figlio in uno studio all’ombra del grattacielo azzurro di fronte alla stazione. I carabinieri sono arrivati in pochi secondi e hanno arrestato per danneggiamento, lesioni aggravate e minacce i due pusher: Anis Marouki di 32 anni e Houssem Louati di 31, entrambi tunisini che nel 2013 avevano fatto domanda di asilo politico.

Cosa cazzo ci stanno a fare, questi due spacciatori di merda in Italia?




Un pensiero su “«Sporco italiano», si ribella e i profughi lo massacrano”

Lascia un commento