Allontanata per il velo, dopo pressioni PD il Tar ci ripensa: può tenerlo

Condividi!

E’ da questi piccoli ‘gesti’ che inizia la sottomissione di una nazione all’islam. E’ urgente, è necessario cacciare il PD dal governo. Asmae Belfakir, praticante avvocato dell’ufficio legale dell’Università di Modena, che evidentemente preferisce dare lavoro ai marocchini invece che ai giovani avvocati italiani, a cui il giudice Giancarlo Mozzarelli, presidente della seconda sezione del Tar di Bologna, aveva chiesto di uscire dall’aula a meno che non togliesse il velo islamico, potrà partecipare a tutte le udienze indossandolo senza problemi dopo le pressioni del PD. Lo avrebbe assicurato il presidente del Tar, Giuseppe Di Nunzio.

VERIFICA LA NOTIZIA

In merito alla notizia, il Presidente del Consiglio di Stato, Alessandro Pajno, aveva incaricato il Segretario generale di richiedere al Presidente della Sezione una relazione circostanziata sull’accaduto ai fini di una compiuta valutazione dei fatti. La Sharia nei tribunali italiani. Nei luoghi dove la legge dovrebbe regnare sovrana, la si irride.

Il segretario provinciale modenese del Pd Davide Fava – un destino nel nome – aveva espresso vicinanza alla musulmana che “oggi è stata costretta a lasciare l’Aula in cui si teneva l’udienza del Tar che stava seguendo per lavoro perché aveva il capo coperto dal velo”.




Lascia un commento