Fontana scherza la sinistra: “Anche Costituzione parla di razze” – VIDEO

Condividi!

Attilio Fontana resta, ovviamente, il candidato della Lega alla Regione Lombardia. Lo ha assicurato il leader Matteo Salvini, che in un’intervista a Radio Anch’io ha detto: “Figuriamoci se posso pensare a un passo indietro”. Per cosa, per avere detto la verità?

“Ho detto fin dall’inizio che ho usato un’espressione inopportuna ma il problema deve essere affrontato”. Così Attilio Fontana, candidato del centrodestra alla presidenza della Lombardia, è tornato a parlare delle polemiche per l’espressione “razza bianca” che ha usato parlando della questione migrazione. A Fatti e misfatti su Tgcom24 ha comunque ricordato che “dovrebbe anche cambiare la Costituzione perché è la prima a dire che esistono razze”.

“Volevo semplicemente evidenziare come un discorso lasciato al caso e all’improvvisazione rischi di essere devastante per il nostro Paese”, ha aggiunto. “Mi vergogno da cittadino italiano di vedere immigrati nelle fabbriche abbandonate o costretti a entrare nella malavita organizzata. Sono cose che preoccupano”, ha continuato l’ex sindaco di Varese.

Comprendiamo Fontana, ma ha commesso un errore, seppure non esiziale, non quando ha parlato di ‘razza bianca’, ma quando non ha difeso questa sua espressione ridicolizzando chi lo accusava. Non c’è nulla di peggiore che fare un passo di lato davanti al plotone di esecuzione: ti sparano lo stesso.

Trump ha mostrato la strada: mai scusarsi per avere detto la verità. Il politicamente scorretto è debole, molto più debole di come appaia, una volta che hai rotto il tabù, questo è morto. Milioni di persone non attendono altro che qualcuno che dica la verità senza freni e senza censure.

Comunque Fontana ha già un grande merito: ha fatto parlare di razza. Tempo al tempo.




Lascia un commento