Fake news di Famiglia Cristiana su Defend Europe

Condividi!

Prosegue la diffamazione di Famiglia Cristiana ai danni di Generazione Identitaria. Ecco l’ultima fake news pubblicata dal giornale dei vescovi:

È ferma da quattro mesi a Barcellona la C-Star, la nave della destra identitaria, utilizzata la scorsa estate nella missione “Defend Europe” contro le Ong impegnate nel salvataggio dei migranti. Otto marinai dello Sri Lanka sono ancora a bordo, aiutati dall’organizzazione cattolica di apostolato del mare Stella Maris.

VERIFICA LA NOTIZIA

Nessuno li ha mai pagati. Famiglia Cristiana è salita a bordo ed ha raccolto la loro storia. Contrattati da un armatore specializzato in supporto logistico ai mercenari, hanno condotto la nave affittata da Generazione Identitaria.

Sono otto vittime di una campagna xenofoba che cercava, con un viaggio molto mediatico, le prove contro le organizzazioni umanitarie, accusate di collusioni con gli scafisti libici. A casa, gli identitari, hanno portato tanto merchandising, bandiere e magliette oggi in vendita sui loro siti.

In mare hanno lasciato otto cittadini dello Sri Lanka, stremati e alla fame. Da giovedì in edicola il reportage di Famiglia Cristiana da Barcellona.

La C-Star non è “la nave degli identitari”. La nave venne semplicemente noleggiata da Defend Europe per il periodo della missione dalla società proprietaria. Probabilmente la differenza sfugge ai baciavelo di famiglia islamica, ma se qualcuno noleggia un’imbarcazione comprensiva di equipaggio, pagando regolarmente, e poi la società che ne è proprietaria non paga i propri dipendenti, chi ha noleggiato non ha alcuna responsabilità: né legale, né morale.

Un articolo veramente penoso da parte di chi pubblica un giornale grazie ai soldi che i propri superiori in Vaticano truffano – in modo legale ma moralmente riprovevole –
ogni anno ai contribuenti italiani con la spudorata legge sull’8 per mille che consente alla Chiesa di raddoppiare i soldi realmente raccolti.




2 pensieri su “Fake news di Famiglia Cristiana su Defend Europe”

  1. Quando torna #papaFrancesco dal Cile spiegategli che gli indiani Mapuche del Cile vivevano anche nella PAMPA ARGENTINA!
    Raccontategli di come nelle missioni GESUITICHE BOLIVIANE nel Beni il NARCO-PRESIDENTE EVO MORALES (pupazzo del TERRORISTA ALVARO GARCIA LINERA) ha recentemente inaugurato un ponte denominato “Mapuche 2”.
    Ditegli in spagnolo “MAR PARA BOLIVIA CARAJO!” e “QUE SE RINDA SU ABUELA CARAJO!” (cit. Eduardo Avaroa).
    Vediamo se continuano a spacciare foglia di coca boliviana e benzina venezuelana (=CocaINA)

Lascia un commento