Mamma, papà e bimbo dormono in vagone abbandonato: sono italiani

Condividi!

L’altro giorno abbiamo ascoltato la fottuta idea del PD di ripopolare l’Italia in generale e la Sardegna in particolare con afroislamici.

Oggi vi raccontiamo di due italiani che vivono con un bambino di due anni dentro un vagone ferroviario della stazione di Cagliari. Abbandonati. Dimenticati da chi vuole ripopolare la loro terra con gli immigrati.

Cristian è un ragazzo cagliaritano e ha bambino di appena due anni. Per casa: un vagone ferroviario su un binario morto della Stazione di Cagliari. E con Cristian e il suo bambino, anche la giovane moglie e mamma.

VERIFICA LA NOTIZIA

Cristian, con moglie e figlioletto, viveva insieme ai genitori, che gli davano da dormire e da mangiare nella loro casa. Morti entrambi i genitori, è arrivato lo sfratto, il vagone ferroviario come rifugio e come casa. Il Comune non ha potuto offrire nessun aiuto, mi racconta, non ha un posto letto dove poter alloggiare almeno la giovane mamma e il suo bambino.

Perché non sono africani. Non sono stranieri. Non sono sbarcati clandestini.




Lascia un commento