Grasso spinge per alleanza con M5S: “Decido io, non Boldrini”

Condividi!

Boldrini aveva chiuso giorni fa a qualsiasi alleanza con il Movimento 5 Stelle. Grasso replica: “Comprendo – ha ribattuto a L’intervista su SkyTg24 – ma poi decide qualcun altro”. E, alla domanda di Maria Latella se sarà lui a decidere, si è limitato a dire: “Certo”. Capitolo chiuso? Si vedrà. A proposito di eventuali accordi con il Movimento il presidente del Senato ha spiegato che, “dopo il voto”, il partito “valuterà la situazione”. “Il M5S è però così ondivago che non riusciamo a capire le sue politiche: un giorno è per l’euro, un giorno apre alle alleanze, un giorno è per l’Europa un giorno no. Quando riuscirà a dare l’esatta valutazione alle sue politiche forse anche noi potremo fare delle valutazioni”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Sulle alleanze per le Regionali, invece, se da una parte chiude la porta in faccia al filo-islamico Giorgio Gori, candidato PD alla Regione Lombardia, dall’altra apre a Zingaretti, candidato PD alla Regione Lazio. “Nel Lazio la situazione, rispetto alla Lombardia, è diversa – ha motivato il leader di Leu – ho convocato anche per il Lazio un’assemblea dei delegati regionali che mi hanno dato un mandato per trattare con Zingaretti, che ricordo che è in carica, per portare avanti politiche di sinistra”. Quindi, ha aggiunto: “Da Zingaretti possono arrivare segnali di discontinuità”. Il ragionamento non fila un granché. Ma il risultato è che, come certifica Ixè per Huffington Post, il suo partito sarebbe al 7%. Voti rosicchiati al Pd di Renzi. “Il voto a Liberi e Uguali è il voto ai valori e ai principi della sinistra”, ha spiegato lui stesso replicando al segretario dem che ha sostenuto che il voto a Liberi e uguali è un voto perso. “I voti al Pd li ha levati Renzi quando ha cambiato la sua politica – ha concluso – noi cerchiamo di recuperare i voti persi da Renzi, di chi non va più a votare, di chi per rabbia ha votato per i Cinque Stelle. Pensiamo che questo sia il modo migliore per dare al Paese una visione diversa”.




Lascia un commento