Pisa, a scuola il sesso lo insegna Arcigay

Condividi!

A dare ad oltre mille ragazzi una visione a senso unico sulla sessualità umana, sulle malattie sessualmente trasmissibili e sui metodi anticoncezionali come soluzione alla loro diffusione è stata Arcigay Pisa, che ha persino guidato un dibattito seguito alla visione del film Normal Heart, sulla diffusione dell’Aids a New York negli anni Ottanta.

VERIFICA LA NOTIZIA

Come mai in una scuola che dovrebbe essere laica, e quindi plurale, è stato consentito ad un’associazione, promotrice di un’ideologia come quella del gender (e le cui idee su un argomento delicatissimo e importante come questo sono contestabili e comunque non condivise da tutti), di parlare a migliaia di giovani, come se questi fossero in grado di discernere pienamente da soli i contenuti di un pensiero quantomeno sovversivo e rivoluzionario?

A stabilire il programma dell’autogestione dell’8 e 9 gennaio scorsi, presso il liceo scientifico statale Ulisse Dini di Pisa, la più grande scuola superiore della provincia, sono stati i rappresentanti degli studenti, i quali, come da regolamento, lo hanno presentato al Consiglio di Istituto (Cdi). Quest’ultimo non potendo entrare nel merito dei contenuti doveva però vigilare sui requisiti formali dei relatori esterni e sulla natura delle associazioni invitate. Per questo, quando il programma è stato presentato al Cdi, un genitore ha fatto giustamente notale l’inopportunità di lasciare che il tema venisse trattato solo da Arcigay, chiedendo che il dialogo si svolgesse almeno alla presenza di altri professionisti in grado di garantire un equilibrio. Peccato, che nonostante il regolamento, nessun membro abbia preso in considerazione la richiesta, lasciando piena libertà di azione all’associazione Lgbt.

 




Lascia un commento