Genova: soffitto crolla in testa ai profughi, allertati hotel

Condividi!

Crollo in serata in un appartamento in via Sampierdarena a Genova. A cedere sarebbe stata parte del controsoffitto, colpendo sei cosiddetti profughi.

Nell’appartamento gestito da un’associazione, sarebbero ospitati in tutto 13 migranti di nazionalità diverse. Uno ferito in modo grave, trasportato in codice rosso all’ospedale Galliera, ma non è in pericolo di vita. E’ un giovane nigeriano in fuga dalla guerra in Siria.

Il crollo è avvenuto nel salotto del centro di accoglienza mentre i migranti guardavano la tv dopo una dura giornata di questua in quel di Genova. Sono intervenuti i vigili urbani, il 118 e i vigili del fuoco. Sul posto anche il sindaco Marco Bucci e il delegato alla Protezione civile Gambino. I migranti dimessi dagli ospedali trascorreranno la notte in locali messi a disposizione dal Municipio, vista l’inagibilità dell’appartamento, o in alternativa in albergo. Tutto per i migranti.

Non hanno riportato ferite invece altri due nigeriani poi accompagnati in un hotel dagli assistenti sociali del Comune di Genova.

VERIFICA LA NOTIZIA

Le indagini sulle cause del crollo sono state avviate dai vigili del fuoco intervenuti con due squadre. Il centro di accoglienza, gestito dalla cooperativa Saba, anche se dal primo sopralluogo svolto dai pompieri non presenterebbe cedimenti strutturali è stato posto sotto sequestro. Da alcune indiscrezione pare che l’appartamento fosse stato ristrutturato di recente.




Lascia un commento