Milano, si è rischiato un Bataclan la notte di Capodanno? Ore frenetiche e quei Marocchini



Condividi!

Hanno rischiato, almeno in teoria, di fare la fine dei ragazzi del Bataclan, e non lo sapranno mai.

Tutto ruota intorno ad una festa per 2 mila invitati in un albergo di lusso di Milano a Capodanno e ad una suite da seicento euro prenotata da tre marocchini. Che non si sono mai presentati. Senza richiedere il rimborso.

Tutto inizia il giorno di Natale. In un hotel 4 stelle in zona Stephenson, si presentano tre nordafricani, marocchini. Vogliono prenotare una camera per tre notti a cavallo del 31 dicembre. La prendono ma poi non si presentano.

VERIFICA LA NOTIZIA

A quel punto, il direttore dell’hotel collega la prenotazione, gli arabi e la grande festa: insospettito, chiama il 112.

Scatta così, poche ore prima della mezzanotte, mentre il pubblico già affolla piazza del Duomo per il concerto di Capodanno. Scoprono che il ragazzo marocchino che ha riservato la stanza è un sospetto, su di lui c’è una segnalazione: tempo fa ha avuto un contatto informatico con un altro marocchino arrestato in Francia nel 2016, in un’indagine su una cellula islamista che progettava un attentato.

Quel marocchino, si legge nei rapporti dell’antiterrorismo di Parigi, ha un profilo «significativo».

L’informazione viene subito condivisa con i massimi vertici dell’antiterrorismo a Roma, la prefettura, la Digos della questura e con i funzionari dell’Aisi, l’Agenzia informazioni e sicurezza interna. L’attenzione primaria dei carabinieri del Nucleo informativo e del Ros si concentra su quei due alberghi. Il primo hotel che ha ricevuto la prenotazione sospetta, e l’altro che già accoglie le comitive di ragazzi che hanno comprato un biglietto per la festa animata da dieci dj. Sono due strutture moderne, quasi adiacenti, nella zona della nuova Fiera, verso l’autostrada. Militari in borghese entrano negli alberghi, studiano i luoghi, compiono accertamenti su alcuni ospiti provenienti dal Nordafrica,.

L’allerta «termina» nella notte, dopo che i carabinieri negli hotel non hanno notato segnali sospetti.

Ma la domanda rimane: è saltato ‘qualcosa’, la notte di Capodanno, a Milano?



Lascia un commento