Bangladesh, l’Alta Corte mette al bando i matrimoni misti

Condividi!

L’Alta Corte del Bangladesh ha confermato la norma governativa che proibisce il matrimonio misto tra cittadini bengalesi e clandestini musulmani Rohingya espulsi dalla Birmania. I giudici sostengono così una legge approvata nel 2014 che vieta le unioni miste sia tra cittadini e Rohingya , che tra Rohingya stessi.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’obiettivo è impedire alle migliaia di Rohingya che vivono nel Paese di avere una via privilegiata per ottenere la cittadinanza e radicarsi nel Paese. L’Alta corte di Dhaka ha respinto l’appello presentato da Babul Hossain, un cittadino bengalese, il cui figlio 27enne a settembre del 2017 ha sposato una Rohingya di 18 anni. Il caso è divenuto noto come la prima unione della recente ondata di migrazioni.

E pensare che i Rohingya sono di etnia bengali.




Lascia un commento