Vescovo: «Italiani facciano spazio ai migranti»

Condividi!

«Voi immigrati siete un segno di vitalità e siete i benvenuti. Se tutto il mondo, soprattutto politico, si facesse carico delle sofferenza di grande parte della terra, le migrazioni sarebbe solo quelle frutto della libertà. Per questo invitiamo a fare spazio nelle nostre case e invitiamo le nostre parrocchie e i nostri comuni ad ascoltare e ad avere misericordia di chi segue la propria stella».

Pesano le parole pronunciate ieri dal Vescovo di Padova, monsignor Claudio Cipolla, durante il tradizionale appuntamento con le comunità straniere.

VERIFICA LA NOTIZIA

Deve essere per questo, che il parassita in tonaca – come altro definire chi mai ha lavorato in vita sua ed è mantenuto con l’8 per mille, senza servire la comunità come facevano i preti di un tempo – ha nelle scorse settimane licenziato un italiano in tronco, mettendolo sul lastrico:

Vescovo licenzia italiano: «Abbandonato perché non sono profugo»

Ci siamo sbagliati. Questo non è un parassita. E’ molto peggio.




Lascia un commento