Donna tedesca torturata a morte da migranti durante “sesso estremo”

Condividi!

Un delitto brutale a Berlino, poco prima le feste di Natale.

Marianne M., una donna tedesca di 55 anni, è la vittima ed è stata uccisa dopo essere stata torturata per ore. Tutti i sospetti degli inquirenti ricadono su una coppia di immigrati turchi, Taifun S., 36 anni, e la sua compagna Jasmin P., 27 anni: i due, secondo quanto emerso finora dalle indagini condotte dalla polizia, hanno contattato la vittima in un forum online dedicato ai pervertiti del sesso estremo, poi hanno preso in affitto un appartamento a Berlino e lì l’hanno uccisa dopo averla sottoposta a dolorosissime torture. Taifun e Jasmin si sono quindi sbarazzati del cadavere.

Il corpo di Marianne M. è stato ritrovato da un passante il 23 dicembre: era avvolto in una coperta accanto a dei cassonetti della spazzatura. Dopo i primi riscontri il medico legale ha fatto sapere che la donna è morta in seguito a violenze commesse da più persone. L’analisi dei filmati registrati dalle telecamere di sorveglianza della zona, e dall’attività online della vittima, hanno portato il 29 dicembre all’arresto dei due sospetti: i due sono stati ammanettati all’aeroporto di Berlino-Schoenefeld, stavano per lasciare il paese per la Turchia. I sospettati, si è scoperto, sono ben noti alla polizia, ed entrambi hanno precedenti penali per traffico di sostanze stupefacenti, violenza, violazione delle leggi sul possesso di armi da fuoco e resistenza a pubblico ufficiale.

VERIFICA LA NOTIZIA



Lascia un commento