Iran, non era rivolta contro Islam: arrestato Ahmadinejad

Condividi!

Lo avevamo scritto, non era una rivoluzione anti-islamica, come millantato dai media italiani, bensì una rivolta islamica contro la casta degli ayatollah, percepiti da ampie fette della popolazione come dei privilegiati. Ed è vero.

A dimostrarlo, l’arresto del presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad, avvenuto a Shiraz, con l’accusa di aver incitato le proteste degli ultimi giorni contro il governo.

Le autorità iraniane, si legge sul sito di al Arabiya, stanno cercando ora di porre Ahmadinejad agli arresti domiciliari con l’approvazione del leader supremo Ali Kahamenei.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’ex presidente, notoriamente ultra-islamico ma anti-clericale, viene messo sotto accusa dopo che, durante una visita nella città di Bushehr a fine dicembre, si era scagliato pubblicamente contro la “cattiva gestione” dell’Iran aggiungendo che l’attuale presidente riformista Hassan Rohani e il suo governo “ritengono di essere proprietari della terra e che il popolo sia ignorante”.

Le proteste contro il regime sono iniziate oltre una settimana fa e si sono svolte in diverse città dell’Iran con scontri con le forze di sicurezza che hanno provocato almeno 22 morti.

Ahmadijad è stato l’unico presidente laico – ovvero non religioso – dell’Iran. Tutti gli altri, sia predecessori che successori, erano e sono ayatollah.




Lascia un commento