Rivolta delle profughe nigeriane, vogliono uscire la notte e maggiori confort

Condividi!

Gli orari di rientro nella casa d’accoglienza avrebbero infastidito le ospiti nigeriane. Giovani donne, presunte minorenni per la maggior parte, che avevano, già più volte, reclamato maggiori confort.

Di fatto, le migranti nigeriane ospiti della comunità alloggio “Fondazione Immacolata Concezione” di piazza Cavour, a Naro, Agrigendo, non avrebbero accettato le regole di vita in comune. Regole imposte dalle suore che, assieme agli operatori, gestiscono la struttura d’accoglienza. I carabinieri della stazione di Naro, che hanno arrestato 4 nigeriane e denunciato altre 5 connazionali minorenni, sono riusciti a chiarire per quale motivo, mercoledì, si è scatenata la rivolta che, in un primo momento, si pensava riguardasse maschi africani.

Le ragazze, tutte nigeriane, dovranno rispondere – a seconda della posizione – delle ipotesi di reato di rissa, lesioni personali, danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

VERIFICA LA NOTIZIA

Diverse le proteste divampate, negli ultimi mesi, nelle comunità d’accoglienza dell’Agrigentino. Appena 26, invece, i permessi di soggiorno, per asilo politico, rilasciati a fronte di 1.088 richieste.




Lascia un commento