Torino, ingresso gratis al museo: ma solo sei Arabo



Condividi!

E’ di nuovo polemica a Torino per la campagna lanciata per il secondo anno consecutivo dal Museo Egizio. Sui bus sono infatti comparsi manifesti con i quali viene promosso l’ingresso gratis alle coppie, ma solo di immigrati arabi. Anzi, di arabi musulmani, visto il velo della donna nei cartelloni pubblicitari.

Lo scorso anno:

Vergogna a Torino: museo a metà prezzo solo per immigrati

Attacca Augusta Montaruli: “Oltre ad essere offensiva per le donne, questa campagna del Museo Egizio discrimina non solo gli italiani, ma tutto il mondo non arabo. Il museo egizio fa una scelta ingiustificabile per cui deve chiedere scusa. Non vengano a dirci che è per fare concorrenza al museo egiziano del Cairo perché sarebbe una barzelletta….ritirino la campagna della discriminazione!”

Patrizia Alessi, esponente di Fratelli d’Italia nella Consulta Regionale Pari Opportunità, aggiunge

“Come componente della Commissione Pari Opportunità Regione Piemonte, mi chiedo perché il Comune di Torino tramite il suo ufficio anti discriminazione non intervenga sia con il Museo Egizio che con GTT per far togliere immediatamente dai mezzi pubblici questa pubblicità che discrimina tutte le persone non arabe … o forse l’Assessore alle pari opportunità di Torino pensa solo al lessico femminile politicamente corretto?”.

LA BIZZARRA REPLICA DEL MUSEO EGIZIO.
“Abbiamo rilanciato questa campagna per il pubblico arabo convinti che il compito di tutti i musei del mondo sia quello di aumentare l’audience senza fermarsi davanti alla barriere della lingua e della religione. Non è un caso se le nostre audioguide sono in sette lingue”.

" /> VERIFICA LA NOTIZIA

Vergognosi.

Immaginate se fosse solo per coppie italiane. Immaginate la polemica, eppure siamo in Italia, e sarebbe anche giusto.

Lascia un commento