Leader Comunità ebraica attacca PD: «Ma quali fascisti, pericolo sono estremisti islamici»

Condividi!

Walker Meghnagi, ex presidente della Comunità ebraica fino al 2015, attacca Sala e il PD dopo il corteo islamico che a Milano, guidato dagli imam, ha invocato la morte degli Ebrei.

«La denuncia arriva 25 giorni dopo la manifestazione e questa è una cosa assurda. Secondo, il sindaco non dice una cosa molto importante, per esempio: al corteo c’era anche l’imam di Firenze, un’autorità dell’islam». E non era il solo, erano decine gli imam presenti. Quello di Firenze è noto per il suo estremismo e le offese alle suore cristiane. Questo non ha impedito al bizzarro vescovo di Firenze di vendergli il terreno per costruire la moschea a Sesto Fiorentino.

Moschea a Sesto Fiorentino, Sondaggio gela vescovo: 3 su 4 contrari

«E un conto è manifestare democraticamente contro una decisione, di Trump in questo caso, altro inneggiare alla morte, alla violenza, all’odio. E non ho sentito condanne del governo o della presidente della Camera».

Il segretario del Pd parla di «deriva xenofoba e antisemita di matrice neofascista».

«Ma cosa c’entra? Non c’entra niente il neofascismo. È ora di smetterla con queste etichette, è stata una manifestazione antisemita e basta, chiamiamo le cose col loro nome, prima che diventi troppo tardi, prima che finisca male come in altre Paesi, cosa che finora non è accaduta grazie alle nostre forze dell’ordine. Se ci vuole una presa di posizione che la si faccia, Sala non lo ha fatto, lo terremo a mente».

Sembra che nessuno a sinistra voglia pronunciare la parola islam.Perché Sala non lo fa?

«Bisogna chiederlo a lui. Questa giunta si regge su persone che non possono dire la realtà delle cose. E non c’è stato un imam che abbia avuto il coraggio di dire che Trump ha sbagliato, se è questo che ritiene, ma che gli italiani di religione ebraica, perché di questo si tratta, non c’entrano nulla. Mi rincuora che presto ci saranno le elezioni».

VERIFICA LA NOTIZIA



Lascia un commento