Merkel vuole arrestare leader opposizione per tweet anti-islamico



Condividi!

Mentre le autorità europee accusano gli ayatollah iraniani di impedire la libera espressione del popolo iraniano, in Germania si applica la Sharia.

La prima vittima della legge tedesca voluta dalla Merkel che vieta qualsiasi critica all’immigrazione, è Beatrix von Storch, vice leader del gruppo parlamentare di AfD, terzo partito tedesco per numero di voti.

VERIFICA LA NOTIZIA

La colpa della politica anti-invasione avere criticato questo tweet della polizia di Colonia:

Ora si esprimono in arabo. Poco dopo avere criticato il tweet della polizia tedesca, l’account Twitter della politica è stato ‘congelato’ sotto le nuove leggi contro il cosiddetto ‘hate speech’ e la stessa polizia tedesca ha ore dopo aperto un procedimento criminale contro la von Storch. Inquietante. In sostanza le autorità minacciano di arrestare un leader dell’opposizione per quello che ha scritto. La Stasi è tra noi.

Successivamente, anche Facebook ha bloccato l’account della politica per le stesse ragioni:

Quando i politici del partito di opposizione (l’unico attualmente all’opposizione in Germania) vengono perseguiti per quello che dicono, non esiste democrazia. Questo accade in Cina e Arabia Saudita, non in Iran ad essere corretti, e accade in Germania.

Perché quello al potere in molti paesi europei è un regime. Né più né meno. E dobbiamo abbatterlo.

Altro che Iran. Noi qui abbiamo gli ayatollah dell’immigrazione che vogliono annientare i propri popoli. Ormai è una guerra all’ultimo sangue tra popoli e politici: o noi o loro.



Lascia un commento