Africano sgozza donna in centro profughi Mineo



Condividi!

Una donna, madre di due bambini, è stata uccisa la notte scorsa all’interno del centro d’accoglienza per richiedenti asilo di Mineo. L’omicida ha agito impugnando un coltello, utilizzato per colpire la sua vittima all’altezza della gola.

PROFUGO VIOLENTA DONNA INCINTA, OSPITE CARA DI MINEO

L’autore del delitto è un uomo proveniente dal Mali, arrivato nell’Isola dal Nord Italia. Dopo avere commesso il delitto, a quanto pare davanti gli occhi dei figli della vittima, l’uomo si è allontanato da Mineo cercando di fuggire, ma è stato arrestato dopo alcune ore a una fermata degli autobus a Catania.

Mineo: ecco come i profughi riforniscono i loro mercatini abusivi – VIDEO

La donna, che avrebbe un’età compresa tra 25 e 30 anni, era una nigeriana arrivata in Sicilia come clandestina a dicembre 2016, perché c’era la guerra in Siria, e da allora ospitata a Mineo. A trovarla, a quanto pare già senza vita, sono stati alcuni volontari della Croce Ro$$a che lavorano all’interno del centro.

VERIFICA LA NOTIZIA


Lascia un commento