TORINO, TEPPISTI ROSSI ATTACCANO POLIZIA: BOTTIGLIATE IN TESTA A POLIZIOTTA

Condividi!

Nella tarda serata di ieri, poco prima di mezzanotte, una sessantina di soggetti appartenenti all’area anarchica ha dato vita a un’estemporanea iniziativa di protesta nei pressi del carcere Lorusso-Cotugno. Gli antagonisti, avvalendosi anche di rudimentali tubi di lancio, hanno esploso razzi e bombe carta, ad altezza uomo, in direzione della struttura carceraria e del personale della Polizia di Stato.

VERIFICA LA NOTIZIA

Inoltre, il gruppo si è reso responsabile del lancio di numerose bottiglie di vetro e oggetti contundenti in direzione delle forze dell’ordine. Un’operatrice della Polizia di Stato è stata raggiunta alla testa da una bottiglia e ha dovuto far ricorso a cure mediche.

A causa del fitto lancio di oggetti, i contingenti in servizio di ordine pubblico hanno anche dovuto utilizzare alcuni lacrimogeni. L’intervento del personale della Polizia di Stato ha fatto si che i manifestanti si allontanassero.

Tafferugli sono avvenuti davanti al carcere di Torino la notte di Capodanno durante una dimostrazione di “anarchici”. Un’agente della polizia scientifica, secondo le prime informazioni, è rimasta ferita al volto dal lancio di una bottiglia ed è stata portata in ospedale. La prognosi, sempre secondo quanto si è appreso, non è stata ancora sciolta. All’azione hanno preso parte una sessantina appartenenti all’area anarchica.




Lascia un commento