Malaria, profughi infetti vomitano ovunque: ricoverati



Condividi!

Nella tarda serata di ieri, sabato 30 dicembre 2017, due ragazzi di 14 e 18 anni del Sudan, che erano venuti a trovare il padre per qualche giorno di vacanza a Caluso, si tratta di profughi accolti a Rodallo di Caluso. Sono stati colti da malore, più precisamente con febbre accompagnata da mal di testa, forte sudorazione, dolori muscolari, nausea e vomito.

Di qui il ricovero d’urgenza nell’ospedale di corso Galileo Ferraris di Chivasso, con i medici che dopo qualche accertamento hanno subito capito come si trattasse di malaria.

Già nella notte, i due ragazzi sono stati trasferiti uno all’ospedale Amedeo di Savoia di Torino ed uno all’ospedale di Asti, nel reparto malattie infettive.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’Asl To4 ha precisato come “non ci sia alcun problema per la popolazione e non ci sono rischi di epidemie”.

Ma infatti. La povera Sofia è morta di raffreddore, non lo sapete?



Lascia un commento