Capodanno a Berlino: gabbie per proteggere donne dai profughi

Condividi!

Dopo gli stupri di massa, per la festa di Capodanno alla porta di Brandeburgo a Berlino sarà predisposta per la prima volta una “zona sicura” destinata alle donne, per metterle al riparo dalle aggressioni sessuali.

A Colonia e in diverse città tedesche, si assisté a migliaia di stupri da parte di profughi e migranti nordafricani.

VERIFICA LA NOTIZIA

Centinaia di migliaia di persone parteciperanno alla festa a Berlino e le misure di sicurezza sono severissime. Alla porta di Brandeburgo non sarà possibile portare borse grandi, zainetti e alcolici. Le donne oggetto di molestie o che non si sentono tranquille potranno trovare accoglienza in uan speciale “zona sicura” gestita dalla Croce rossa su Ebertstrasse. ça polizia cittadina ha invitato le donne a chiedere aiuto se si sentono minacciate e a portare borsette piccole senza oggetti di valore all’interno.

COLONIA 1 ANNO DOPO: 1.205 STUPRI E 6 CONDANNATI…

C’è chi predispone ‘zone sicure’, chi preferisce che tutta la società e il territorio sia una zona sicura. I secondi li chiamano ‘razzisti’, e vogliono i muri alle frontiere, non tra una strada e l’altra. Muri alle frontiere, non gabbie nelle quali rinchiudere le donne perché non vengano brutalizzate.




Lascia un commento