L’ultima della sinistra: Migranti rubano perché lo chiedono Italiani



Condividi!

“Le bugie e le violenti insensatezze di Salvini. I ladri immigrati che rubano e quelli italiani che parano il sacco. La criminalità non conosce esclusivi marchi di provenienza e la lotta per la legalità deve essere fatta senza guardare in faccia a nessuno. Se, come vorrebbe Salvini, spariamo a chi entra in casa possiamo poi continuare sparando anche ai committenti dei furti e agli utilizzatori finali della refurtiva?”.

E’ la delirante tesi che ha scritto, su Facebook, Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana ed esponente della setta ‘Liberi e Uguali’.

Poi si scaglia contro le statistiche: “Ogni giorno in tv Salvini e compagni, o gli stessi giornalisti a servizio, ci raccontano che gli immigrati rubano e compiono atti criminali. La realtà è che se sono regolarizzati commettono in percentuale gli stessi o addirittura meno reati degli italiani. In molti casi i reati degli immigrati hanno dietro come committenti, consulenti, o amministratori cittadini italiani apparentemente rispettabili”, ha aggiunto Rossi.

VERIFICA LA NOTIZIA

Quindi, posto per assurdo che Rossi abbia ragione, siccome c’è chi li utilizza, noi dobbiamo fare un favore ai committenti facendo entrare la loro bassa manovalanza criminale. Non fa una piega.



Lascia un commento