Putin furioso, a San Pietroburgo è terrorismo: “Uccideteli tutti”

Condividi!

Il presidente Vladimir Putin ha definito “un atto terroristico” l’esplosione avvenuta ieri sera nel centro commerciale Gigant Hall di San Pietroburgo. Lo ha detto nel corso della cerimonia di premiazione dei militari che si sono distinti in Siria.

In tutto nell’attentato di ieri al centro commerciale Gigant Hall di San Pietroburgo sono rimaste ferite 13 persone, otto delle quali restano ricoverate in ospedale.

VERIFICA LA NOTIZIA

Secondo quanto dichiarato dal vice sindaco Anna Mitianina, cinque di loro si trovano in condizioni “relativamente gravi” mentre per i restanti tre le condizioni sono “soddisfacenti”. Lo riporta Interfax.

E parlando durante un incontro con i militari russi appena ritornati dalla missione in Siria, Putin “ha dato istruzioni al direttore dell’Fsb di agire entro il quadro della legge, solo della legge, nell’affrontare questi terroristi, quando vengono arrestati.”

“Tuttavia – ha aggiunto il presidente secondo quanto riporta l’agenzia Tass – se c’è una minaccia alla vita e alla salute dei nostri agenti, bisogna agire tempestivamente, non per catturare nessuno, ma solo per eliminare gli assalitori sul posto”.




Lascia un commento