Stanno per sbarcare 400 clandestini: per le Ong sono ‘minori’ – FOTO

Condividi!

Stanno per sbarcare in queste ore 370 oltre 400 clandestini prelevati ieri in Libia da Ong, navi Ue e italiane. Nella foto un gruppo di loro, come vedete tutti ‘minori’, almeno così dicono le Ong che li hanno prelevati in Libia dopo giorni di astinenza. A loro e Minniti quelli in aereo non bastavano.

VERIFICA LA NOTIZIA

A realizzare i prelevamenti – a favore di due barchini e due gommoni alla deriva – sono stati un mezzo dell’operazione europea Eunavformed ed una nave della ong spagnola Proactiva Open arms. Sono poi intervenuti quelli di MSF.

Sbarchi record: quasi 1 milione da quando governa il PD – GRAFICO

E con gli arrivi odierni, i dati degli sbarchi del 2017, quando mancano pochi giorni alla fine dell’anno, arrivano al numero record di 119mila: secondo solo agli oltre 180mila dello scorso anno.

“La migrazione lavorativa ben gestita può contribuire a risolvere il problema della carenza di manodopera qualificata, che non può essere colmata totalmente ricorrendo alla manodopera nazionale o migliorandone le competenze”.

Scrive il Commissario Dimitris Avramopoulos rispondendo a un’interrogazione dell’europarlamentare e vicesegretario federale della Lega Nord Lorenzo Fontana.

Del resto, chi meglio di un politico greco può sapere cosa è economicamente vantaggioso?

“Avramopoulos svela il vero disegno che si cela dietro le politiche migratorie dell’Ue – replica Fontana -: utilizzare l’immigrazione per abbassare il costo della manodopera e per colmare il gap demografico. Invece di investire sulla formazione dei nostri giovani e creare per loro opportunità nel nostro Paese, si preferisce ricorrere alla ‘scorciatoia’ dell’immigrazione. Un progetto deviato, che risponde agli unici interessi delle multinazionali e che sta desertificando il mercato del lavoro ed erodendo diritti. La globalizzazione genera le grandi migrazioni, noi invece vogliamo sancire il diritto di ogni uomo a nascere, crescere, farsi una famiglia e lavorare laddove è nato”.




Lascia un commento