Immigrati aggrediscono figlio a colpi di pietre, padre li investe

Condividi!

Tentato omicidio ai danni di un immigrato violento investito con un fuoristrada per vendicare l’aggressione subita dal figlio. E’ l’Italia del 2017: non solo lo Stato non ti difende dalle aggressioni, ma ti punisce se ti fai giustizia.

Con questa accusa i carabinieri della Stazione di Briatico, nel Vibonese, hanno tratto in arresto un uomo di 53 anni del posto.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’uomo alla guida del suo fuoristrada quando si è scagliato contro il giovane fancazzista in bicicletta e, alla vista dei carabinieri, ha tentato la fuga. Ma inutilmente. L’extracomunitario è stato sbalzato dalla sella della sua bicicletta finendo su un’aiuola. Nell’auto una mazza in legno e due machete. Se non ci fossero stati i servitori dello Stato, avrebbe concluso l’opera.

Poco prima, il figlio dell’uomo, aveva fermato una pattuglia dei carabinieri per chiedere aiuto denunciando di essere stato aggredito con delle pietre da un gruppo di immigrati che avevano centrato la sua auto. Ma il gruppo si era dileguato, ecco così la reazione del padre davanti alla lentezza della ‘giustizia’.

L’arrestato comparirà domani dinanzi al Tribunale di Vibo per il processo con rito direttissimo e la convalida dell’arresto.




Lascia un commento