Bomba a San Pietroburgo, dopo Mosca nuovo avvertimento a Putin



Condividi!

C’e’ stata un’esplosione all’ingresso di un supermercato a San Pietroburgo. Lo riporta RT. Almeno quattro persone sono state ferite e oltre 50 persone sono state evacuate dall’edificio. “C’è stato un botto. I servizi di emergenza sono già sul posto: l’evacuazione è stata completata e non c’è stato nessun incendio”, ha detto all’agenzia di stampa Tass un funzionario del dipartimento locale del ministero delle Emergenze. L’ordigno scoppiato all’ingresso del supermercato ‘Perekrestok’ nello shopping center Gigant Hall di San Pietroburgo, dove si trova l’area che ospita gli armadietti usati per depositare borse e valige, aveva un potenziale esplosivo pari a 200 grammi di tritolo e conteneva materiale letale, come ad esempio chiodi o bulloni. Lo ha fatto sapere il Comitato Investigativo russo, che ha aperto un’indagine criminale per tentato omicidio.

Così, dopo il bus di Mosca, ecco la bomba di San Pietroburgo. Segnali a Putin?



Lascia un commento