Rivolta contro omelia: “Bergoglio è un servo della Globalizzazione”

Condividi!

“Non ci si può credere! E’ veramente ossessionato! Anche nell’omelia di questo Natale il comiziante peronista obamiano invece di parlare di Gesù Cristo, parla dei migranti. Solo e sempre politica! Gli hanno ordinato di martellare su questo punto e lui da cinque anni bombarda quotidianamente”, a parlare è Antonio Socci, che sul suo profilo Facebook ha aspramente criticato le parole di Bergoglio. Il punto più contestato, però, è quello relativo all’affermazione secondo cui per Maria e Giuseppe “non c’era posto”: “Oltretutto colpisce l’ignoranza. Qualcuno gli spieghi che Giuseppe stava portando la sua famiglia non in un pase straniero per motivi economici, ma nel suo stesso paese per il censimento, perché lui era originario di Betlemme. Quindi era a casa sua. E il versetto “non c’era posto per loro” si riferisce al fatto che nel caravanserraglio dove erano tutti non c’era un luogo appartato per partorire”, ha chiosato il giornalista e conduttore televisivo cattolico.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il filosofo ‘marxista’ Diego Fusaro – invece – ha scritto che Bergoglio si sta “mettendo al servizio” della “mondializzazione” e dello “sradicamento capitalistico”. Per l’allievo di Costanzo Preve, il discorso del Papa: “sembra ispirarsi a Soros più che a Cristo”. L’omelia di Bergoglio, per chi critica, è stata sostanzialmente uno “spot” per lo Ius soli e poco più.

Papa Ratzinger aveva il coraggio di criticare la mondializzazione e lo sradicamento capitalistico. Papa Francesco – ci…

Posted by Diego Fusaro on Monday, December 25, 2017



Lascia un commento