Prove di governissimo, PD e FI si spartiscono le Nomine

Condividi!

Roma Cambio della guardia al vertice dell’Arma dei Carabinieri. Dal prossimo 15 gennaio il generale Giovanni Nistri prenderà il posto di Tullio Del Sette.

Lo ha deciso il Consiglio dei ministri. Nistri, 61 anni, è attualmente al vertice del Comando interregionale Ogaden. Incarico questo che ricopre dall’aprile del 2016. Del Sette, dunque, lascia il comando dopo tre anni esatti dal suo insediamento (avvenuto il 16 gennaio del 2015). Il Consiglio dei ministri ha deliberato anche il nuovo presidente della Consob (Commissione nazionale per la società e per la Borsa). Al posto di Giuseppe Vegas arriva Mario Nava, attualmente responsabile della direzione generale Mercato interno e servizi della Commissione europea. Già consigliere di Romano Prodi negli anni trascorsi a Bruxelles come presidente della Commissione (1999-2004), Mario Nava, classe 1966, ha fatto parte anche dello staff di Mario Monti negli anni in cui questi era commissario dell’Unione europea per il mercato interno (1999-2004). Il nome di Nava è stato fin da subito uno dei più accreditati alla guida della Consob. Gentiloni aveva sondato le forze politiche per capire quale identikit dovesse avere il sostituto di Vegas. E l’indicazione principale era che il nuovo presidente dell’Authority dovesse essere una figura di tecnico.

VERIFICA LA NOTIZIA

Sul nome di Nava si sono ritrovati sia il segretario del Pd, Matteo Renzi, sia i centristi di Ap, sia Forza Italia. Ora la sua nomina dovrà passare al vaglio delle Commissioni parlamentari per un parere consultivo. Dalla riunione di Palazzo Chigi è poi venuto fuori pure il prossimo capo di Stato Maggiore dell’Esercito. Si tratta del generale di corpo d’Armata Salvatore Farina. Nel corso della carriera, Farina ha maturato una vasta esperienza sia nelle Forze armate che presso Comandi ed unità Interforze e multinazionali durante operazioni Nato. Anche al massimo organo della magistratura contabile cambia il vertice. Dal Consiglio dei ministri è uscito infatti il nome del nuovo presidente della Corte dei conti. A sostituire Arturo Martucci di Scarfizzi (in carica dall’agosto del 2016) sarà Angelo Buscema. Il nome di Buscema, che attualmente ricopre il ruolo di presidente delle sezioni riunite della Corte dei conti, è stato proposto dallo stesso Gentiloni.

Altra nomina di rilievo è arrivata ieri dal Consiglio superiore della Magistratura che ha scelto Giovanni Mammone, già presidente di sezione, come nuovo presidente della Corte di cassazione.

Prove di governissimo post-elettorale.




Lascia un commento