Natale con i roghi tossici a Roma – VIDEO CHOC

Condividi!

Sembra un’ambientazione infernale, è la Capitale occupata dagli Zingari

Vigilia e giorno di Natale all’insegna dei roghi tossici, come tutti i giorni, più degli altri giorni per i quartieri nei pressi della baraccopoli di via Salviati, a Roma. Quella che ospita noti stupratori.

“Dicono che i roghi sono diminuiti, che non è un’emergenza, che è la nostra percezione che è sballata. Beh questo è il Natale che abbiamo passato”. Roberto Torre, presidente del Comitato Tor Sapienza.

Nulla è cambiato dai giorni di Marino.

VERIFICA LA NOTIZIA
Poi i Comuni chiudono il traffico per lo smog. Nessuno chiude i campi nomadi. Eppure è risaputo che l’incidenza di tumori è più elevata per chi vive nei pressi di campi occupati dagli zingari, ‘grazie’ alla diossina sprigionata dai roghi di materiale rubato per liberare il ferro dalla plastica.

E pensare che basterebbe un unico, grande rogo (ovviamente metaforico), per risolvere il problema. Una volta per tutte.




Lascia un commento