Attacco al Natale: Presepe distrutto, statue decapitate – FOTO

Condividi!

Si moltiplicano in tutta Italia gli attacchi al simbolo del Natale: “Hanno distrutto il nostro presepe, devastandolo con un atto di vigliaccheria che non ha precedenti”, è il commento generale degli abitanti di Montalbano frazione di Santarcangelo di Romagna, al confine con Savignano sul Rubicone. Il presepe da oltre 25 anni viene realizzato dagli abitanti della zona, guidati da Fernando Scarpellini, sulla scarpata sotto la chiesa lungo la provinciale 11 che da Savignano porta a Borghi e a Sogliano al Rubicone.

Mai si era vista tanta cattiveria sfogata sulle statue, una ventina di manichini vestiti con gli abiti del tempo di Gesù, la cui statua fra l’altro è stata rubata. Le altre statue, decapitate, spaccate, addirittura appese agli alberi a testa in giù dall’altra parte della provinciale 11. Uno scempio terribile compiuto nella notte di Natale fra domenica 24 e lunedì 25. Immediatamente è stato avviato Padre Daniele Zanni parroco di Montalbano e di Canonica.

VERIFICA LA NOTIZIA

Quest’anno per la prima volta è stata installata anche una telecamera di videosorveglianza da parte degli abitanti, stanchi degli scempi e ruberie degli anni passati. Della brutta e triste vicenda sono stati avvisati i carabinieri di Santarcangelo. Attraverso il filmato della telecamera si spera ora di risalire ai malviventi. Sconsolato Fernando Scarpellini:“Il presepe fatto da San Francesco è il simbolo centrale di noi cristiani. Ogni anno ci feriscono come credenti, ma non ci fermeranno, perché loro pensano di scatenare la guerra e l’inferno, ma noi invece scateniamo il Paradiso e continueremo a fare il nostro presepe meta di tanti visitatori”.



Lascia un commento