Effetto Bergoglio, 33% Italiani non si sente più Cattolico!

Condividi!

Community Media Research, in collaborazione con Intesa Sanpaolo per «La Stampa», ha fatto un sondaggio sugli orientamenti religiosi degli italiani.

Il risultato è una contrazione dei cattolici. Non solo per l’aumento dei residenti islamici, anche per la fuga dei veri italiani dalla Chiesa, ormai sempre più percepita come una grande Ong priva di valori sacri e, negli ultimi anni, un elemento sempre più estraneo alla società, nemico se ascoltiamo le prediche pro-invasione di Bergoglio.

Le dichiarazioni di appartenenza religiosa raccontano che la maggioranza della popolazione si dichiara ancora oggi cattolica (60,1%). E se si registra un aumento dei fedeli di altre religioni (quasi esclusivamente musulmani) causa immigrazione, questa contrazione è dovuta soprattutto alla perdita di religiosità degli autoctoni: un italiano su tre (33,4%) non si sente infatti più cattolico. E’ l’effetto Bergoglio.

VERIFICA LA NOTIZIA

Se torniamo indietro di qualche anno, registriamo un crollo di 19,1 punti percentuali, nel 2000 era stimata al 79,2% la quota di cattolici con il 18,8% di non credenti.

Insomma, è grande fuga dalle chiese. E non le riempirete con gli immigrati. Anzi, è proprio questa foga di importare migranti che sta svuotando le chiese, ormai percepite, in molte zone a causa di preti bergogliani, come caserme del Nemico.




Lascia un commento