Bambina venduta a Immigrati: costretta a prostituirsi in un ovile



Condividi!

Un allevatore sessantunenne di Gibellina (Trapani) è stato fermato dai carabinieri di Sciacca (Agrigento) alla guida della sua automobile, con a bordo una ragazzina bambina di tredici anni. Dagli accertamenti è emerso che l’uomo l’aveva portata in un ovile per farla prostituire con diversi uomini, di nazionalità romena. L’uomo, un Romeno, è stato quindi arrestato con l’accusa di sfruttamento della prostituzione. Sono in corso ulteriori indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Sciacca.

VERIFICA LA NOTIZIA

La Procura di Sciacca ha chiesto la convalida e l’applicazione della custodia in carcere che è stata disposta dal gip. La ragazzina bambina è stata affidata ad una struttura di accoglienza.

Degrado assoluto. L’allevatore, che tratta la bambina come una delle sue pecore, va preso e gettato da una rupe. I pastori romeni, evidentemente abituati alle pecore, vanno castrati.



Lascia un commento