Russia: “Immigrazione in Europa è bomba a orologeria”

Condividi!

La crisi migratoria è una bomba ad orologeria per i Paesi UE, “con una miccia molto corta” ha specificato Vladimir Chizhov, rappresentante permanente della Russia presso l’UE.

“L’Unione Europea ha dato una mano alla creazione di questa bomba”, ha spiegato a RIA Novosti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il diplomatico ha aggiunto che con ogni mese la situazione sta diventando più grave. Tuttavia, a suo avviso, la crisi migratoria non porterà al crollo dell’Unione Europea o all’uscita dei singoli paesi dalla sua appartenenza. Il che è un peccato, perché solo il crollo di questo Leviatano potrà liberarci e salvarci. Meglio che il bubbone scoppi piuttosto di un letto bollire.

“Ma la vita degli europei non diventa più facile. Una volta ho sentito la frase:”L’Unione europea ha uno stile di vita di superpotenza, ciò che porta nell’UE gli immigrati è il modo di vivere e gli standard di vita… la crisi migratoria mina sia l’immagine che il tenore di vita nell’Unione Europea” ha concluso Chizhov.

L’Europa sta vivendo la più grave crisi migratoria dalla fine della seconda guerra mondiale causata principalmente da conflitti armati e dai problemi economici in Medio Oriente e Nord Africa.

Secondo il centro di ricerca American Pew Research Center, la proporzione della popolazione musulmana d’Europa potrebbe raggiungere entro il 2050 il 14 per cento. Il numero di musulmani potrà raggiungere i 75,6 milioni di persone. I paesi europei con la maggiore percentuale di popolazione musulmana saranno Francia, Gran Bretagna, Germania, Svezia e Italia.




Lascia un commento