Natale a Roma, invalida italiana di 73 anni sgomberata da casa popolare – VIDEO

Condividi!

E gettata per strada, come un cencio vecchio

Una donna italiana di 73 anni, invalida, pensione mensile che supera di poco le 600 euro. Figlio disoccupato. Si chiama Paola, ed è l’ultima vittima italiana che “deve fare spazio”, perché le case popolari di Roma servono ai migranti, che sono in testa alle graduatorie, mentre lei era, ufficialmente, una ‘abusiva’.

E’ stata sgomberata questa mattina da un alloggio popolare di San Basilio: “Questa mattina sono arrivati una decina di agenti della Polizia Locale mi hanno sollevato per le braccia e mi hanno costretto ad uscire” racconta Paola, contattata telefonicamente dal giornale locale Roma Today. La voce le trema: “Prendo una pensione di 600 euro. Ma chi me la da una casa? Sono per strada” . Lo ripete più volte. Ancora è difficile da credere. “Sono per strada. E anche mio figlio ormai è per strada. Dove vado con questo freddo? Mi hanno offerto un posto in un dormitorio ma mi hanno spiegato che posso trascorrere lì solo la notte mentre di giorno dovrei stare in giro. Tutto il giorno in giro con questo freddo. Ho la pressione alta, ho paura per il mio cuore. Da cinque anni ho la residenza in quella casa, pago l’indennità di occupazione, ho le utenze intestate. Ho paura, non so dove andare”.

Temporaneamente Paola è stata ospitata da un’amica, abita sempre a San Basilio. Ma non può trattarsi di una soluzione definitiva: “Sono tornata dalla spesa e ho visto quello che è successo. Si è sentita male, era praticamente rimasta per strada, così l’ho fatta salire a casa mia” il racconto a Romatoday. “Ma in un piccolo appartamento camera e cucina vivo con mio figlio, questa non può essere la soluzione. Non dovrebbero accadere queste cose. Perchè se la prendono con i più poveri?”. Perché sono italiani.

VERIFICA LA NOTIZIA



Lascia un commento