Meriem è tornata a “tagliare teste italiane”

Condividi!

Secondo le ultime ricostruzioni, adesso Meriem Rehaily sarebbe tra chi è scappato dalla disfatta del califfato con però l’intenzione di portare la guerra santa in Europa.

Jihadista di seconda generazione condannata a 4 anni, ma l’ha già lapidata ISIS

VERIFICA LA NOTIZIA
ell’edizione del 19 dicembre del quotidiano marocchino Al Ahdath Al Maghribia si parla proprio di Meriem Rehaily: “Sulla base di informazioni concordanti raccolte dai vari servizi di intelligence europei – si legge nella traduzione riportata da un lancio di AgenziaNova – Meriem Errahili è tornata dalla Siria e si trova molto probabilmente in Francia”.

Terrorismo, figli di immigrati «pronti a farsi esplodere in Italia»

La Meriem di cui si parla sul quotidiano marocchino ha 21 anni, risulta essere scappata nel luglio 2015 e condannata in Italia a quattro anni di reclusione e quindi gli elementi sembrano coincidere.

Migrante musulmana: «Non vedo l’ora di tagliare teste italiane»

La giovane figlia di immigrati, in attesa come altre centinaia di migliaia come lei dello Ius Soli, secondo fonti dell’Interpol, verrebbe descritta come ancora fedele alla causa jhadista e pronta a colpire in Europa. Probabilmente in Italia, anche se al momento è in Francia che si troverebbe, almeno secondo quanto scoperto grazie all’incrocio di diversi dati d’intelligence italiana e di altri paesi del vecchio continente.




Lascia un commento