Migrante gli sfonda il cranio, condannato a soli 14 anni grazie a sconto pena

Condividi!

E’ arrivata la condanna, se così possiamo definirla: 14 anni di carcere per avere ammazzato sfracassando la testa ad un italiano con una zappa.

Questa la ‘pena’ per Florin Nutu, il rumeno 39enne che il 29 novembre del 2016 ha ucciso Vincenzo Caruso, sessantasettenne, di Roccagloriosa, Caserta.

Il delitto si era consumato davanti all’abitazione dell’anziano. La sentenza, emessa dai giudici del Tribunale di Vallo della Lucania, giunge dopo la celebrazione del rito abbreviato. E torniamo a questo problema:

Berlusconi: “Legge contro assassini e pedofili è un puntiglio di Salvini”

Con il rito abbreviato c’è uno sconto di 1/3 della pena. Non che 21 anni sarebbero stati sufficienti, ma 14, che considerata la sicura buona condotta scenderanno alla metà, è osceno. Come questo Stato di merda.

VERIFICA LA NOTIZIA

Nutu è stato anche condannato al risarcimento dei danni in favore di ciascuna delle quattro parti civili, per un importo pari a 30 mila euro da versare ad ognuna di loro.

Caruso era stato colpito più volte con una zappa, fino allo sfondamento del cranio. Le ferite al capo non avevano lasciato scampo all’anziano, che un parente aveva rinvenuto riverso a terra, nel suo sangue.

S.B.