Sparò a ladro albanese, condannato a 5 anni: deve anche risarcirlo



Condividi!

Nel giorno in cui Belpietro viene assolto per il titolo sui ‘bastardi islamici’, purtroppo la magistratura riequilibra la situazione verso l’ingiustizia.

E’ stato infatti condannato a quattro anni e undici mesi, all’interdizione temporanea dai pubblici uffici e al pagamento di un risarcimento di 24.500 euro, Walter Onichini, di Legnaro (Padova), commerciante accusato di tentato omicidio per aver sparato a un immigrato che si era introdotto nella sua villetta, assieme ad altri immigrati per compiere un furto, la notte del 22 luglio 2013.

Il pm Emma Ferrero aveva chiesto 5 anni e due mesi. Secondo l’accusa, il macellaio aveva sparato con l’intenzione di uccidere. Perché ora condannano anche le intenzioni.

VERIFICA LA NOTIZIA

Onichini aveva sparato a Nelson Ndreaca, albanese di 25 anni, che stava cercando di fuggire rubandogli l’auto parcheggiata sotto casa. Il commerciante lo aveva ferito e caricato in auto, per abbandonarlo poco dopo, a circa un chilometro da casa, dove all’alba era stato ritrovato, ferito, da un passante. Un errore, e sappiamo perché.

Alla lettura della sentenza, molte le proteste di amici e sostenitori di Onichini. Ci uniamo: Stato bastardo. Spalanca le frontiere, facendo entrare il peggio delle altre nazioni, poi ci disarma davanti al terrore: e se reagisci, ti punisce.

Il prossimo governo deve rivoltare tutto. Per questo non basta un governo normale, serve qualcosa di ‘estremo’.



Lascia un commento