Sondaggio: 70% Italiani ha paura dell’Immigrazione



Condividi!

In occasione dell’International Migratin Dau 2017 – Safe Migration in a World on the Move, Doxa ha sondato l’atteggiamento degli italiani nei confronti dell’immigrazione e ha scoperto che il 78% è «preoccupato», e che va accolto solo chi fugge da vere guerre. Numeri in linea con altri sondaggi recenti.

Sondaggio, 71% Italiani contrario ad accoglienza migranti

L’unica categoria in cui si registra un livello inferiore di preoccupazione è quella rappresentata da chi ha una scolarità elevata (laureati): 64%, contro una media nazionale del 78%. IL motivo è ovvio: più il tuo livello di benessere è elevato, meno sei in contatto con l’immigrazione. Il pensionato e l’operaio prende il treno insieme al migrante, non il burocrate.

Per l’80% degli italiani va fatta una netta distinzione tra profughi e clandestini, cosa che il governo non fa per favorire le coop di partito. E come sappiamo, i veri profughi sarebbero meno del 3 per cento di chi sbarca.

Solo per il 44 per cento “gli immigrati rappresentano una risorsa per il nostro Paese”. La maggioranza è su posizioni diverse da quelle dei media. Dipende invece, e ovviamente, dalla classe sociale, l’idea secondo cui gli immigrati rappresentano una minaccia per l’occupazione. A pensarlo è un italiano su tre. Con una differenza marcata tra Centro/Nord e Sud+Isole (30% vs. 39%)». Ovvio: la minaccia è reale se sei disoccupato e se ‘senti’ la diretta concorrenza. Per questo sono numeri enormi.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il problema più sentito su scala nazionale infatti è quello relativo all’ordine pubblico con il 60% del totale intervistati “molto o abbastanza preoccupato”. I più preoccupati sul fronte sicurezza sono gli abitanti del Nord-Est con un picco del 69%. E quelli dei centri urbani di taglia “media” ossia dai 10.000 ai 100.000 abitanti: 66%». Ovvero le zone più colpite.

Per quanto riguarda le malattie portate dai migranti, è temuto dal 49% del campione, con forti differenze fra gli intervistati con laurea (25%) e quelli con licenza media inferiore (60%). Anche qui per lo stesso motivo: non ti preoccupi di chi ha la Tubercolosi, se non sei costretto ad utilizzare i mezzi pubblici e se non fai la fila in ospedale.



Lascia un commento