Scuola, “allarme” a Milano: troppi figli di immigrati in classe

Condividi!

“E’ allo studio il riordino dei bacini di utenza….l’inclusione è possibile solo dove la presenza straniera è inferiore al 50%…”.Sono arrivati i marziani a Milano e hanno un interprete autentico, si chiama Anna Scavuzzo. Qualcuno dice (ma sono i più disinformati) che sia vicesindaco. Il tema è l’allarme dell’ufficio scolastico regionale per la presenza abnorme di giovani immigrati nelle classi delle scuole milanesi, in particolare in periferia. Secondo il marziano Scavuzzo la colpa è delle famiglie di italiani che tentano di mettere in salvo i figli portandoli nelle scuole dove la presenza di immigrati non è preponderante. Ma dalle loro astronavi i marziano capeggiati da Scavuzzo non hanno visto né le manifestazioni né le molteplici iniziative per aprire le porte della città ad ogni migrante disperato? Risultato: le suole milanesi rischiano di essere ingestibili.

VERIFICA LA NOTIZIA
“Mettere in salvo”, mai definizione fu più esatta di quella usata da Rossi su AI. Ma non puoi fuggire per sempre, le praterie finiscono, e il PD con il carico di immigrati ti insegue: dobbiamo fermarli all’origine.

Rimane, comunque, l’ossessione del PD nel tentare di ‘imbastardire’ gli italiani. E’ patologia, più che politica.




Lascia un commento