RUSSIA SVENTA ATTACCO ISLAMICO IN CATTEDRALE SAN PIETROBURGO: “GRAZIE TRUMP” – VIDEO



Condividi!

Vladimir Putin ha telefonato al presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Lo ha ringraziato per le informazioni trasmesse dalla CIA che hanno impedito un attacco terroristico islamico contro la cattedrale di San Pietroburgo. Probabilmente, con Hussein Obama presidente, l’attacco sarebbe andato a segno: e non diciamo oltre.

Il 17 dicembre, il presidente russo Vladimir Putin ha ringraziato telefonicamente il suo omologo americano Donald Trump per le informazioni fornite dalla CIA, decisive nell’evitare un attacco islamico in Russia.

Il presidente russo, citato dall’agenzia di stampa Interfax, ha detto che una cellula islamica che stava preparando un attacco alla cattedrale di Kazan, a Notre-Dame-de-Kazan, è stata bloccata, grazie alle informazioni fornite dai servizi di intelligence americani alla Russia. Vladimir Putin ha assicurato la sua controparte che la Russia avrebbe condiviso con Washington qualsiasi informazione sui piani per gli attacchi terroristici contro gli Stati Uniti. Del resto lo hanno sempre fatto, a differenza di Washington.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il Servizio federale di sicurezza della Federazione russa (FSB) ha annunciato di aver arrestato diversi islamici legati al gruppo terroristico ISIS nella seconda città più grande della Russia. Gli estremisti pianificavano una serie di attacchi in luoghi pubblici, tra cui un attentato suicida nella cattedrale .

L’operazione, che si è svolta nella notte tra il 13 e il 14 dicembre, ha recuperato una grande quantità di esplosivi, armi e munizioni. Anche un laboratorio di dispositivi esplosivi è stato smantellato. I membri della cellula erano in contatto con jihadisti che vivevano all’estero.

All’inizio della settimana, l’FSB aveva già smantellato un’altra cellula, anch’essa collegata a ISIS, che stava pianificando attacchi per il periodo di Capodanno.



Lascia un commento