Svolta in Sicilia: un Presepe in ogni scuola

Condividi!

“Spero tanto che in ogni scuola dell’Isola possa essere allestito un presepe. Lo ritengo un utile momento di partecipazione e di creatività, ma anche un modo per raccontare il senso della famiglia in una stagione di grande smarrimento, a prescindere dal doveroso rispetto per ogni credo religioso”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, inaugurando a Palazzo d’Orleans il tradizionale presepe, allestito quest’anno dai maestri di Caltagirone, Salvatore Milazzo e Michele Zavattieri.

Se qualcuno si turba per la presenza del Presepe, può sempre tornare a casa propria. Anzi, è proprio ostentando la propria identità che si può rendere gli invasori meno benvoluti e quindi più propensi a togliersi dalle palle.

VERIFICA LA NOTIZIA

Dal canto suo, l’assessore alla Pubblica istruzione Roberto Lagalla ha affermato: “la presenza del presepe nelle scuole serve a valorizzare un simbolo della nostra tradizione che, in un momento sociale così complesso e difficile, può contribuire a rafforzare l’identità culturale della nostra terra. Mercoledì della prossima settimana – aggiunge Lagalla – porterò gli auguri di Natale da parte del governo regionale agli alunni dell’Istituto tecnico industriale Vittorio Emanuele di Palermo”.

Tutto giusto. Ma non dimentichiamo che le tradizioni vivono con i popoli. Ne sono espressione. Giusto difendere il Presepe, ma già il fatto stesso di doverlo fare, evidenzia la sostituzione etnica in corso. La scomparsa dei Presepi è il sintomo della malattia, non la malattia: che è la sostituzione etnica per immigrazione.




3 pensieri su “Svolta in Sicilia: un Presepe in ogni scuola”

  1. Attenzione che il grande capo indiano boliviano Evo Morales mette se stesso nel presepe, dopo aver costruito un museo per la rivoluzione nel suo paesino di Orinoco.
    “Posso leggerti il futuro se lo vuoi” “nelle foglie di Coca osserva i fatti miei…”
    15 GENNAIO PAPA FRANCESCO IN CILE
    IN COLOMBIA J’AVEMO FATTO N’OCCHIO NERO MO VEDEMO COME VE LO RIPORTAMO E SE CONTINUA A FINANZIARE LE ONG PER FAR VENIRE NERI A SPACCARE..

    1. MI CORREGGO: a spaccIare. SPACCIARE
      DROGATE QUALCHE CANE, GATTO O UCCELLO CON LSD E AYAHUASCA O PEYOTL-SAN PEDRO PER FAVORE?
      LO CREIAMO QUESTO CANALE DI COMUNICAZIONE CHE VA DALL’AMAZZONIA ALL’ITALIA VIA PICCIONI VIAGGIATORI CAZZO??

Lascia un commento