PROFUGHI ERIGONO BARRICATE, STRADA BLOCCATA PER ORE – VIDEO

Vox
Condividi!

E gli agenti se la prendono con gli automobilisti che chiedevano di sgomberarli per potere passare

Violenta protesta di un gruppo di sedicenti profughi a Sordio, in provincia di Lodi. I “manifestanti” hanno addirittura eretto barricate usando anche biciclette pagate dai contribuenti bloccando la via Emilia tra San Zenone al Lambro (Milano) e Sordio. E’ successo nel pomeriggio di oggi, sabato 16 dicembre.

Vox

Subito si sono formate lunghe code in entrambe le direzioni, con forti disagi al traffico. La via Emilia è rimasta bloccata per oltre due ore.

I fancazzisti africani in fuga dalla guerra in Siria – ospitati in un hotel vicino al luogo in cui è stato organizzato il blocco – esigono il permesso di soggiorno. Perché loro sono africani, e c’è (c’era) la guerra in Siria: logico no?

Sul posto sono intervenuti prima i carabinieri e poi gli agenti della Digos: questi ultimi, sempre molto attenti a segnalare saluti romani nei cimiteri milanesi, hanno raccolto la protesta dei migranti promettendo di trasmettere le loro rimostranze all’ufficio immigrazione di via Fatebenefratelli.

VERIFICA LA NOTIZIA

Si sono registrati attimi di tensione sia con le forze dell’ordine sia con gli automobilisti impossibilitati a proseguire. Numerosi i commenti sui social network in seguito alle foto e ai video postati nei vari gruppi locali. Ovviamente la Digos non ha neanche pensato di sgomberarli.